Arrosticini d’Abruzzo anche a New York

E si, non poteva essere diversamente, il processo di “internazionalizzazione” dell’arrosticino è cominciato, l’arrosticino è sbarcato anche negli Stati Uniti a New York grazie a Tommaso Conte che con la catena “D’Abruzzo-Abruzzese street food” ed ha avuto un successo pazzesco, non avevamo dubbi! Complimenti a Tommaso, coraggioso e intraprendente.

Ma cosa sono? (una bontà senza controindicazioni) 

Come scrive Wikipedia gli arrosticini sono espressione culinaria della pastorizia stanziale Abruzzese, come si è ritenuto in passato: leggenda narra che furono inventati negli anni ’30 da due pastori del Voltigno che tagliarono carne di pecora vecchia difficilmente mangiabile in piccoli pezzi per non sprecare la carne, anche dalle zone vicine alle ossa dell’animale, i piccoli pezzettini di carne sarebbero diventati spiedini utilizzando un bastoncino di legno di “vingh”, una pianta che cresce spontanea lungo le rive del fiume Pescara, per poi cuocerli alla brace all’aperto.

Come si fanno? (con la carne di pecora)

Il vero arrosticino è uno solo, quello fatto con la carne di pecora, tutto il resto ossia di fegato di pollo sono solo surrogati che non c’entrano nulla con i veri arrosticini.

Come si cucinano? (sulla canala con la brace di carbone)

Sulla fornacella con il carbone guarda il video mentre li cucino per gli ospiti dell’ Hotel Marina

Come si mangiano?  (con le mani punto e si sfilano con i denti)

Ci sono tante teorie sul come si mangiano gli arrosticini di pecora Abruzzesi nel Mondo ed in un bellissimo video che potete vedere qui sotto, racchiude le varie tecniche “mondiali” sul come si mangiano gli arrosticini e farvi un paio di risate.

Dove si mangiano? (ovvio, a casa nostra in Abruzzo all’ Hotel Marina)

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Chiama adesso
Verifica la disponibilitàPRENOTA ONLINE